Moda sostenibile: Reach e nuove restrizioni per il tessile


 

Importanti modifiche per i tessili nell’allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006.

Il 10 ottobre 2018 è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2018/1513 che modifica l’allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH).

 

Con l’aggiunta della voce 72 non possono essere immesse sul mercato dopo il 10 novembre 2020  capi d’abbigliamento e loro accessori, articoli tessili a contatto con la pelle e calzature allorché sono presenti le sostanze soggette a restrizione, tra cui metalli, azocomposti e ammine aromatiche, coloranti cancerogeni, formaldeide, benzeni e chinoline, idrocarburi clorurati aromatici, ftalati, solventi, idrocarburi policiclici aromatici.

 

La crescente attenzione nei confronti della sostenibilità dei processi produttivi e dei prodotti della moda, anche da parte del consumatore finale, ha condotto le aziende a sviluppare modelli di business attenti all’ambiente e più sicuri verso il cliente.

Elemento centrale, anche della nostra strategia aziendale, è quello di garantire la sicurezza chimica delle sostanze utilizzate nei processi produttivi individuando ed eliminando, grazie anche al laboratorio chimico interno, tutte quelle sostanze dannose e pericolose per la salute umana e per l’ambiente, nel rispetto della normativa vigente.

 

Abbiamo scelto di seguire la strada della “moda sostenibile -Moda Green- investendo tempo e denaro per introdurre pratiche sostenibili e rispettose verso l’uomo e l’ambiente.

 

L’elenco completo e i relativi limiti sono disponibili al seguente link:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32018R1513&from=IT